Astralis Home Page
Astrologia
Grafologia
New Age
Misteri

Racconti Zen

 

L'UCCELLO A DUE TESTE



C'era una volta un uccello con due teste e un corpo: la testa di destra era vorace e abilissima nella ricerca del cibo, mentre quella di sinistra, altrettanto ghiotta, era maldestra.
La testa di destra riusciva sempre a nutrirsi a sazietÓ, mentre quella di sinistra era incessantemente tormentata dalla fame.
E cosý un giorno la testa sinistra disse alla destra: "Conosco, qui vicino, un'erba squisita di cui ti delizieresti: vieni, ti conduco dove cresce ".
In realtÓ sapeva che quell'erba era velenosa, ma voleva con questo stratagemma uccidere l'altra testa, per poter poi mangiare a piacimento.
E la testa di destra mangi˛ l'erba, e il veleno uccise l'uccello dalle due teste.

(Tratto da: "La tazza e il bastone. Storie Zen Narrate dal Maestro Ta´sen Deshimaru" traduzione di Isabella Farinelli, Orsa Maggiore Editrice)

 

Torna all'indice